Vai al contenuto

CREMONA ED ERCOLE

Ercole ed il mito della fondazione della città

<Elaborazione – Luigi Dossena>

Ercole appare quale fondatore di Cremona per 2 ragioni.

La prima, nella mitografia afferente alle 12 fatiche di Ercole, appunto l’undicesima era la ricerca ‘del giardino delle Esperidi’.

Eracle/Ercole lo cercò in ogni dove, in lungo e in largo per l’Ecumene, finché, stanco e sconsolato per l’infruttuoso missione si accasciò su un prato presso il Fiume Eridano – il Fiume Po.

Ebbene, quando nel 1417 spuntò dal sottosuolo di Cremona una meravigliosa statua di Eracle, parte di contrappasso, la suggestiva ipotesi che fu proprio l’eroe omerico a fondare la città.

<Statua che si trova presso un loggiato di piazza del Comune a Cremona – Rielaborazione Luigi Dossena>

Il primo che scrive questa tesi sul calare del ‘400 è il Sabellico.

Seguirono altri.

Noi citiamo, come atto dovuto, il cremonese Antonio Campi, nella sua “Cremona Fedelissima”.

it_ITItalian